Cursillos di Cristianità

Benvenuti nel sito ufficiale dei Cursillos di Cristianità – diocesi di Padova

Regalo di Pasqua

lavanda dei piediI miei primi ricordi li associo a mia nonna (che mi faceva come da mamma) quando mi accompagnava alla Chiesa di San Sebastiano alla messa delle 6 e dopo andavamo alla Messa delle 8 nella Chiesa di San Francesco. Era una delle attivitá che facevamo assieme e questo permetteva che i nostri affetti si stringessero e ci unissero sempre di piú.

Quando compì 11 anni ricevetti il Signore nel mio cuore e mi dichiarai Evangelica. Da allora ho partecipato in questa Chiesa. 

Alcuni giorni fa ho ricevuto una proposta un poco insolita per me: partecipare a una Messa nella Chiesa Cattolica “María Estrella de la Evangelizacíon” dove si sarebbe celebrata la Lavanda dei piedi e la Santa Eucaristia. Se devo dire la veritá, nelle celebrazioni della Chiesa Evangelica mai avevo assistito, o meglio, sempre avevo inventato molte scuse e pretesti pur di non stare in questa celebrazione. La Lavanda dei piedi non mi sembrava necessaria. Questa volta però é stato diverso. L’ho sentita come una necessità, più che ricordare quello che Gesù ha fatto 2000 anni fa era arrivato per me il tempo di farne esperienza. 

Ho partecipato a questa Messa con grande aspettativa e mentre si preparava la celebrazione, le altre signore di Caritas si sono accorte che avevano lasciato a casa gli occhiali e per questo non potevano leggere…così mi hanno chiesto che fossi io a leggere le preghiere dei fedeli. Quando é iniziata la Messa é partito per me un viaggio immaginario con Gesú. Mi sono sentita da sola con Lui raccontandogli le mie tristezze e desideri, le mie allegrie e le pene, ricevendo la sua consolazione e il suo amore, ricevendo il suo perdono e sentendomi pulita e libera. 

Come non lasciare scorrere lacrime di dolore e dopo di allegria e speranza nel tenere la certezza che il Signore mi aiuterá? Allora come non leggere le preghiere davanti a tutti i fedeli e chiedere che tutti pregassimo al Signore senza che la mia voce si rompesse? Impossibile.

E dopo portare all’altare le offerte per i piú bisognosi. Uno dei messaggi che commuovono di più il mio cuore é quando Gesù dice nel Vangelo di Matteo “avevo fame e mi avete dato da mangiare, avevo sete e mi avete dato da bere” e sento un profondo rispetto e amore per questi uomini e donne cattolici che non solo parlano di carità ma anche la mettono in pratica. 

E partecipare alla Santa Messa é stato senza dubbio un privilegio per la mia vita, sentire l’amore di Dio e poter vivere un momento di perdono e di libertà é stato qualcosa di inesplicabile.

Uscire dalla Chiesa con la speranza che tutto passerà, che anche se tengo difficoltà non assomigliano più a delle montagne che mi inseguivano… adesso sono più piccoline. 

Grazie dal profondo del mio cuore per avermi fatto partecipare alla lavanda dei piedi, per me ha voluto dire il grande amore che Dio ha per me e allo stesso tempo il compromettermi nel continuare a fare qualcosa per i più bisognosi. 

Tania

Tania è la coordinatrice del CAE della nostra parrocchia. Le ho chiesto di raccontare le sue emozioni dopo aver partecipato alla Lavanda dei piedi del Giovedí Santo.

P. Giovanni Olivato – Parroquia “María Estrella de la Evangelización” -Quito (Ecuador)

Autore: cursillos padova

Movimento di Chiesa finalizzato all'evangelizzazione degli ambienti.

I commenti sono chiusi.