Cursillos di Cristianità

Benvenuti nel sito ufficiale dei Cursillos di Cristianità – diocesi di Padova

Ma cosa si aspetta?!

udienza cursillos 2015

A chi frequenta, ma anche a chi è transitato solo per “tre giorni”, serve ricordare il perché “dell’essere capitati” al Cursillo.

Ci aiutano le parole che l’Animatore dell’Organismo Mondiale dei Cursillos di Cristianità ci ha detto l’ 1 maggio 2015 nella Basilica di San Paolo:

«… il Papa … ci ha anche detto che non possiamo mettere “gabbie” allo Spirito Santo, perché passa attraverso noi per trovare risposte creative alle grandi sfide del mondo.

Mi spiace ma ora vi dirò delle parole abbastanza dure: noi non abbiamo vissuto l’esperienza del Cursillo per diventare semplicemente delle brave persone, né per ridurre la nostra azione alla partecipazione ai sacramenti o più semplicemente per diventare aiutanti del nostro parroco.

Gesù Cristo non ci ha chiamato ad un Cursillo per essere degli “impiegati” della Chiesa, ma per essere messaggeri della gioia del Vangelo attraverso la nostra testimonianza di fede, della nostra ricerca della santità nella normalità della nostra vita. Nel nostro mondo. Nella nostra Europa!

Questo è quello che Gesù Cristo si aspetta da noi!

Vuole che siamo suoi messaggeri per tutti… tutti!

E quando dico tutti, voglio dire tutti!

I più sfavoriti, i più fragili e, soprattutto, i più poveri tra i poveri: quelli che non hanno Dio nella propria vita, perché si sono allontanati da Lui, i lontani da Dio, non hanno nulla! Non hanno niente! I lontani da Dio sono la nostra periferia! E’ per questo che siamo chiamati a trasmettere l’amore che Cristo ha per noi. Per tutti noi!

Abbiamo bisogno di saper essere la Chiesa dei nostri giorni e per i nostri giorni. Impariamo ad essere Chiesa per le donne e per gli uomini d’oggi! Ora! Qui!»

Autore: cursillos padova

Movimento di Chiesa finalizzato all'evangelizzazione degli ambienti.

I commenti sono chiusi.